19th Ave New York, NY 95822, USA

La storia del logo

MAYDAN, IL LOGO E I SUOI SIGNIFICATI

Racchiudere le aspirazioni, la storia e le prospettive di un’organizzazione come “Maydan” in una singola immagine non è stato semplice. Si è trattato di un’attività concettuale e creativa lunga e intensa, possibile grazie al contributo di diverse voci e al valido supporto professionale dell’organizzazione nostra partner per le questioni tecniche e digitali “ComunicaSociale”.

Tutto è partito dal lancio del “Pre-manifesto per la Cittadinanza mediterranea” a SabirFest 2017, in occasione del quale la disegnatrice siriana Diala Brisly ci offrí un suo disegno per l’occasione. Il disegno rappresenta un bambino che dipinge una caravella che naviga in un mare luminoso, ma mosso, con una grande onda che sembra accompagnarla, ma che potrebbe sovrastarla. Attorno alla caravella e all’onda, creature del mare e del cielo, e una mongolfiera.

Da questa bellissima immagine, con i suoi colori, le sue forme curve, i sogni e le inquietudini che portano con sé il bambino e la scialuppa siamo partiti. Il disegno è stato dunque rielaborato per non perderne l’originalità e la complessità, e al tempo stesso salvaguardarne i significati seppur in un’immagine semplificata, tanto a livello di dimensioni quanto di fruibilità. Sono state, dunque, elaborate diverse versioni ispirate al messaggio e alle pratiche della “cittadinanza mediterranea” con un’onda per rappresentare il mare, la nave per rappresentare le civiltà e le comunità umane che si spostano; lo sfondo per indicare lo spazio che accoglie, ma anche il luogo predeterminato allo scambio materiale e immateriale e alla dialettica sociale e politica, ovvero la “piazza” (maydan). Uno sfondo circolare che richiamasse tanto la luna, quanto il sole e fosse anche un approdo.

Quali sono dunque gli elementi cardine del logo Maydan?

Il mare, la terra, il veliero e l’onda. Il veliero naviga su un mare che ha il colore della terra, e sotto un cielo che ha il colore del mare, perché il Mediterraneo è innanzitutto circolarità e riflessione, La curva a spirale dell’onda è bellezza, ma anche prova; essa richiama l’idea della piazza, oltre che delle sfide che ci pone il Mediterraneo.

I due colori principali nei quali sono riprodotti rappresentano il dialogo tra le le sponde, tra i nord e i sud. Il cielo illumina ogni cosa con la sua tonalità intensa, è di un blu profondo, deIla profondità marina e celeste ( C95 M60 K40 Y15). Il mare assume un colore di contrasto improbabile: un rosso-arancio ( C0 M80 K95 Y0) attivo che vuole richiamare sia la terra e suoi prodotti (le arance di Sicilia o i manghi del Nilo), ma anche le morti in atto nel Mediterraneo.

Nel logo esprimiamo il nostro impegno affinché il Mediterraneo torni a essere un mare di scambio, di vita, di diversità e non di morte, senza però negare quello che è attualmente e che l’associazione Maydan  contrasta con decisione. Un mare dove i popoli costruiscono un futuro comune, condiviso, in un clima di dialogo e pace, preservando la ricchezza culturale e biologica della regione.  

 

Blu: C95 M60 K40 Y15

Arancio: C0 M80 K95 Y0

Font: Merienda bold